Percorsi clinici

In tutti i paesi occidentali, una percentuale compresa tra il 9 e il 15% di pazienti ritorna, entro un mese, in ospedale dopo un ricovero. Questa percentuale varia in funzione della patologia trattata, dell’età del paziente e di altri fattori. Il problema è molto rilevante tanto da essere oggetto di specifiche rilevazioni e, in alcuni paesi, motivo di penalizzazione economica per gli ospedali che le determinano.

Tra le diverse cause che provocano le riammissioni ospedaliere c’è, in modo rilevante, la scarsa aderenza terapeutica del paziente al percorso post-ricovero, a volte per il basso coinvolgimento del paziente o dei suoi care giver, a volte per le istruzioni poco chiare, spesso fornite verbalmente. 

La lettera di dimissione ospedaliere che tutte le strutture di ricovero compilano al momento dell’uscita del paziente è rivolta prevalentemente al medico curante.

Poche sono le informazioni e le istruzioni per il paziente. Si tratta in ogni caso di un documento cartaceo, anche se prodotto con strumenti informatici, che non può per sua natura interagire con il paziente.

Il problema della scarsa aderenza terapeutica riguarda anche i pazienti cronici. Il 56% di essi, dopo sei mesi, interrompe le cure; il 70% le segue in modo discontinuo e incompleto. La scarsa aderenza terapeutica è responsabile, in Europa, di oltre 200.000 decessi l’anno.

Anche in questo caso il supporto fornito al paziente è, quando presente, puramente cartaceo (prescrizioni e brevi note sulla terapia).

La soluzione ALKIMIYA

ALKIMIYA sta sviluppando SmartCare, una innovativa piattaforma per il supporto pro-attivo dei pazienti post-ricovero e dei cronici. Si compone di una Knowledge Base Evidence Based (Digital Clinical Decision Pathway), di un motore di regole e di un API (Application Program Interface).